Antincendio, i nostri consigli.

Molte attività produttive, negozi e uffici devono rispettare le normative e gli obblighi antincendio che riguardano sia i locali in cui si svolgono le attività lavorative e le attrezzature utilizzate ma anche le procedure di lavoro che devono essere svolte nel modo corretto al fine di evitare incidenti ed incendi.

La protezione antincendio, cioè l’insieme di norme e obblighi che si occupano di prevenire l’insorgere di incendi o di limitarne le conseguenze, è un aspetto fondamentale che devi valutare per proteggere la tua attività e i tuoi dipendenti dai numerosi danni che possono essere causati da un incendio. 
Il titolare dell’azienda è infatti responasabile della sicurezza dei suoi dipendenti ed in quanto tale deve garantirne l'incolumità, così come stabilito dal testo unico sulla sicurezza sul lavoro. 

In generale in qualsiasi luogo di lavoro devono essere attuate tutte le misure di antincendio e sicurezza utili a tutelare la salute dei lavoratori; tuttavia esistono attività soggette ai controlli di prevenzione antincendio da parte dei Vigili del Fuoco in quanto considerate a più alto rischio. Si tratta di attività quali ad esempio, depositi di carta e cartone, stabilimenti per la lavorazione dei legnami, centrali termiche che, in caso di mancato rispetto delle norme antincendio, possono subire sanzioni molto pesanti anche a livello penale. 

In capo al datore di lavoro è prevista la responsabilità della verifica e dell’eliminazione dei potenziali rischi e la predisposizione delle attrezzature antincendio volte a minimizzarli.

Per garantire la migliore gestione antincendio aziendale può essere opportuno farsi seguire da professionisti antincendio che hanno il compito di predisporre il materiale antincendio e verificare che questo funzioni correttamente e che siano rispettate le condizioni di sicurezza antincendio dettate dalla normativa vigente. 
In termini di prevenzione gli addetti antincendio devono occuparsi della realizzazione di impianti elettrici idonei, che rispettino le norme di sicurezza, in moda da evitare cortocircuiti e surriscaldamenti che possono innescare incendi, inoltre grande attenzione deve essere data alla ventilazione dei locali. Altro elemento essenziale è l’utilizzo di materiali e strutture incombustibili.

La protezione è fondamentale per evitare l’innescarsi di incendi, tuttavia nel caso in cui questi non siano evitabili, gli addetti antincendio devono predisporre delle misure di protezione atte a ridurre i danni.

In particolare è necessario utilizzare barriere antincendio come muri tagliafuoco e porte antincendio e predisporre vie di fuga consone. A queste misure antincendio è obbligatorio affiancare altri strumenti come la realizzazione di una rete idrica antincendi, estintori, impianti di rilevazione e spegnimento automatici, evacuatori di fumi e calore e dispositivi di segnalazione di allarme. Per questi strumenti di protezione contro gli incendi la manutenzione è essenziale e deve essere effettuata con regolarità e da esperti accreditati e certificati.

Il lavoro antincendio comprende anche un altro elemento essenziale, cioè la redazione di un piano di emergenza che include anche un piano di evacuazione che i lavoratori dovranno conoscere ed essere in grado di attuare, anche mediante simulazioni effettuate ad hoc.

La legge prevede inoltre che il datore di lavoro o gli addetti antincendio designati, in caso di aziende con più di 5 dipendenti, frequentino dei corsi di formazione per addetti antincendio, che possono avere durata e programmi diversi a seconda del livello di rischio dell’azienda, alto, medio o basso. 
Inoltre è sempre utile che chi deve occuparsi della sicurezza in azienda sia sempre ben informato e aggiornato sulle novità in materia antincendio: questo blog antincendio può fornire molte informazioni utili per non essere impreparati nella gestione dell’emergenza.
 

LoginAccount
Torna su
Cookie Image