Valutazione dei rischi

La prevenzione dei rischi sul lavoro è un campo molto delicato, fondamentale per ogni datore di lavoro per evitare che si creino situazioni di pericolo o dannose per se e per i propri dipendenti. Ad effettuare la valutazione dei rischi è il datore di lavoro, che deve stimare, a seconda dell'attività svolta, il grado di rischio e le misure da attuare per ridurlo e prevenirlo, attraverso la scelta delle più idonee e sicure attrezzature da lavoro, delle sostanze chimiche da utilizzare, dei dispositivi di protezione individuale obbligatori. 
La valutazione dei rischi deve riguardare tutte le tipologie di rischio, sia quello infortunistico che quello igienistico, e deve avvenire attraverso l'individuazione dei pericoli, dei soggetti ad essi esposti, la scelta degli interventi e delle misure di controllo. Il documento che racchiude l'intera analisi dei rischi di sicurezza sul lavoro è il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR). 
Analizziamo ora le varie tipologie di rischio alle quali i lavoratori possono essere esposti.

Rischio elettrico

L'elettricità è una risorsa fondamentale per qualunque tipo di attività, per il funzionamento di macchinari, computer, ma rappresenta allo stesso tempo un pericolo al quale il lavoratore è costantemente esposto. Il rischio elettrico è presente ovunque si utilizzino dei macchinari, naturalmente con gradi di pericolosità differenti a seconda dell'attività. Oltre ai rischi per il corpo umano, la valutazione dovrà considerare anche quelli sull'ambiente lavorativo, come ad esempio la possibilità che si sviluppino incendi o scariche elettriche ad alta tensione. Per prevenire questa tipologia di rischi lavorativi è necessario effettuare una corretta e continua manutenzione degli impianti elettrici, oltre all'uso di adeguati dispositivi di protezione individuale specifici. 
Anche se in misura minore, sono esposti al rischi elettrico anche coloro che lavorano negli uffici. I rischi sul lavoro in ufficio riguardano principalmente l'impianto elettrico e l'isolamento di tutte le parti attive.

Rischio meccanico

Anche il rischio meccanico è uno dei maggiori rischi sul luogo di lavoro, e riguarda tutti i pericoli connessi all'utilizzo di macchinari e attrezzature. Il rischio meccanico può essere di vari tipi, come ad esempio di schiacciamento, di taglio e mutilazione, di perforazione, di trascinamento o impigliamento, di urto, di abrasione, di caduta o scivolamento, di danni dovuti a schizzi di sostanze pericolose. Rientra nel rischio meccanico anche l'esposizione prolungata alle vibrazioni e alle oscillazioni meccaniche. Per proteggere te e i tuoi dipendenti da questi rischi dovrai scegliere i giusti dpi, che saranno indispensabili per ridurre la probabilità di essere soggetti a tale rischio. 

Rischio per l'esposizione al freddo

Coloro che svolgono lavori in luoghi esposti a basse temperature potrebbero subire una serie di problemi fisici se non si proteggono in modo adeguato. Si parla ad esempio di chi lavora nelle celle frigorifere, di chi lavora all'aperto nella stagione invernale, di chi lavora ad elevate altitudini o a contatto con acqua fredda. L'ipotermia totale o parziale, seguita a volte da coma e morte in casi estremi, è una delle più diffuse conseguenze per i lavoratori esposti a tale rischio. Sarà dunque necessario dotarsi di un abbigliamento di protezione idoneo all'attività svolta.

Rischio biologico

Il rischio biologico riguarda tutte quelle attività nelle quali si può entrare in contatto con virus, batteri, tossine, funghi, o qualunque altra sostanza in grado di riprodursi e provocare allergie, infezioni o intossicazioni. Si tratta di un campo talmente vasto da renderne difficile l'analisi, ma in generale è buona prassi utilizzare i dpi indicati a seconda dell'attività svolta, quali guanti di protezione, camici o grembiuli, mascherine, ecc.

Rischio per i lavoratori in quota

I lavori in quota rappresentano una delle categorie di attività che generano più infortuni. Non si tratta soltanto del rischio di caduta dall'alto, ad esempio da un ponteggio, ma anche di caduta di oggetti dall'alto, al rischio di sospensione, e ai rischi concorrenti che possono essere la causa della caduta stessa, come ad esempio un malore del lavoratore. Dovranno essere attuate una serie di misure mirate alla prevenzione e alla sicurezza.

LoginAccount
Torna su
Cookie Image