Scarpe antinfortunistiche src: usi e caratteristiche

23 Agosto 2021
Scarpe antinfortunistiche src: usi e caratteristiche

Per una perfetta prevenzione dei rischi sul lavoro, è d'obbligo l'uso delle scarpe antinfortunistiche src, che devono rispettare determinate normative per garantire la piena tutela e la totale sicurezza dei lavoratori. Abbiamo menzionato la sigla src, ma cosa significa?

Essa è una norma europea che regolamenta due determinate caratteristiche delle scarpe src: la resistenza e soprattutto la capacità di antiscivolamento su molte sostanze. Andiamo a vedere cosa afferma questa norma, come devono essere prodotte e quali caratteristiche devono avere le calzature src.

Norma src e scarpe antinfortunistica

La sigla src scarpe antinfortunistiche caratterizza una determinata classe di protezione, andiamo a vedere nel dettaglio il tipo di protezione e il significato esatto.

Scarpe antinfortunistiche src significato? Significa che la norma src prevede che la scarpa antinfortunistica src debba essere sottoposta a due test specifici dopo la sua produzione.

Il primo test valuta la capacità antiscivolamento e prevede che le suole delle scarpe antinfortunistiche src vengano testate su una superficie di ceramica ricoperta di acqua e detergente. Il secondo test invece riguarda la resistenza della scarpa su una superficie di acciaio ricoperta di glicerina.

Il superamento di questi test è sinonimo di alta capacità di sicurezza della scarpa antinfortunistica, essendo l'SRC il livello più alto di protezione conto gli scivoli; i due livelli minori sono SRA e SRB.

Per la precisione, il livello SRC ingloba i due livelli minori per produrre il massimo livello di sicurezza antiscivolamento.

Gli usi delle scarpe antinfortunistiche src

Le scarpe antinfortunistiche sono dei DPI, cioè Dispositivi di Protezione Individuale, che per norma devono essere fornite ai lavoratori dal proprietario dell'azienda, e ricordiamo che la sicurezza sul lavoro costituisce un aspetto essenziale per ogni azienda ed è regolata da due importanti norme: il Decreto Legislativo 626 e il Decreto Legislativo n. 81 del 2008.

Le scarpe antinfortunistiche vengono adoperate per la sicurezza dei piedi e per prevenire diversi rischi, e il loro uso è obbligatorio in tantissimi contesti lavorativi.

Di norma queste scarpe presentano una suola antiscivolo, imperforabile e antistatica, ed è presente un puntale di sicurezza per proteggere il piede da urti e schiacciamenti.

I rischi derivanti dal lavoro cambiano in base al tipo di lavoro: è ovvio infatti che un cantiere edile presenti rischi diversi da una cucina di un ristorante, e quindi anche le caratteristiche delle scarpe devono essere leggermente diverse, mantenendo sempre e comunque tutte le misure di sicurezza.

Esistono alcuni contesti lavorativi in cui è fondamentale l'uso di scarpe antiscivolo src, causa il tipo di lavoro e l'ambiente lavorativo. Il loro uso è fondamentale dove l'ambiente lavorativo presenti sul pavimento ceramica, acciaio o glicerina. Questa tipologia di scarpe antinfortunistiche src è anche molto impiegata nei lavori di sanificazione e pulizia, dove l'uso di detergenti e di acqua rende il pavimento molto scivoloso: occorre quindi proteggere il lavoratore da cadute e scivolamenti, che possono avere anche gravi conseguenze fisiche.

Questa tipologia di calzatura è molto utilizzata anche nei luoghi di lavoro in cui c'è la presenza di oli e idrocarburi che, in caso di caduta accidentale a terra, rendono il pavimento molto scivoloso. Anche alcune determinate professioni lavorative fanno grande uso di queste scarpe antinfortunistiche con alta protezione antiscivolo, come per esempio i trasportatori, i carpentieri, i corrieri e gli idraulici.

Tipi di scarpe antinfortunistica src

In base al tipo di ambiente lavorativo, è possibile scegliere un'ampia gamma di modelli di scarpe antinfortunistica src.

I modelli esistenti sono tanti: scarpe basse, scarpe che proteggono la caviglia, stivale al polpaccio, stivale al ginocchio e stivale alla coscia; oltre alla capacità di antiscivolamento, devono sempre e comunque presentare una forte resistenza agli urti, e in determinati lavori esse devono presentare anche una forte resistenza al calore oppure al freddo.

Vai all'articolo precedente:Dispositivi di protezione collettiva: cosa sono e normativa
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image