Scarpe antinfortunistiche basse

Filtra Per:
Requisiti supplementari

Guida all'acquisto delle scarpe antinfortunistiche basse

Una scarpa antinfortunistica bassa ha una tomaia che arriva non oltre il malleolo, diversamente da quella alta.

E' bene sapere comunque che in linea generale il livello di sicurezza, salvo casi particolari, non dipende dall’altezza della calzatura. Sono molti i parametri che la rendono più o meno efficace.

Quando si scelgono le scarpe antinfortunistiche bisogna tenere in considerazione l'ambiente in cui verranno usate. Ci sono parecchi modelli disponibili sul mercato, ciascuno adatto a uno specifico contesto lavorativo. Una tomaia bassa può andare bene se non hai necessità di proteggere il collo del piede e la parte superiore del malleolo. Il rischio tipico è quello di imbattersi in materiale tagliente o liquido. 

Le scarpe da lavoro basse in ogni caso devono avere la punta rinforzata, in modo da proteggere le dita dei piedi da urti, cadute di oggetti pesanti, taglienti o contundenti. Assicurati che abbia la punta rinforzata con acciaio o, come nei modelli di ultima generazione, di materiale altrettanto resistente ma meno pesante. Allo stesso modo, che siano dotate di lamina antiperforazione, per impedire che oggetti appuntiti trapassino la suola. 

Puoi però avere esigenze diverse. Se lavori infatti in un magazzino, nell'industria alimentare o nel settore alberghiero, sono più indicate scarpe da lavoro basse, con suola antistatica, caratterizzata da un sistema per l’assorbimento dell’energia posto nella zona del tallone. In questi casi infatti il rischio di venire a contatto con acidi o con liquidi si riduce enormemente, consentendo di indossare agevolmente scarpe basse uomo.

I Più Venduti
657 Prodotti
Ordina per:
Per Pagina
Può Interessarti Anche
LoginAccount
Torna su
Cookie Image