Conoscere i rischi nei luoghi di lavoro: il rischio meccanico

Conoscere i rischi nei luoghi di lavoro: il rischio meccanico

Quella dei rischi meccanici è una categoria piuttosto ampia che comprende varie situazioni pericolose riscontrabili nei luoghi di lavoro. È il caso quindi di spiegare cosa si intende per rischio meccanico e con quali DPI lo si può evitare.

Cos’è il rischio meccanico?

Nella maggior parte dei casi per rischi meccanici si intendono i pericoli legati all’uso di macchinari e attrezzature da lavoro, ma ciò non è sufficiente per dare una definizione completa di rischio meccanico. Basti pensare alla caduta di un operaio da un ponteggio. La caduta è contemplata nel rischio meccanico, ma ciò non significa per forza che l’incidente sia causato da macchine o attrezzature.

Volendo trovare un elemento comune che spieghi cosa si intende per rischio meccanico dovremmo far riferimento all’energia cinetica. È il movimento di un macchinario ad esempio che può causare un incidente! Così come è la gravità unita all’impatto col suolo che genera l’infortunio.

I principali pericoli legati al rischio meccanico

  • Schiacciamento: una parte del corpo rimane schiacciata da 2 elementi meccanici in movimento.
  • Cesoiamento: asportazione di una parte del corpo.
  • Taglio o sezionamento: dovuti ad un elemento meccanico tagliente.
  • Impigliamento, trascinamento o intrappolamento: una parte del corpo viene catturata da elementi meccanici rimanendo incastrata tra gli stessi.
  • Urto: colpo dovuto a parti meccaniche in movimento.
  • Perforazione o puntura: penetrazione di un elemento acuminato in una parte del corpo.
  • Attrito o abrasione: sfregamento tra una parte del corpo e un elemento meccanico che può generare anche escoriazioni.
  • Proiezione di fluidi, corpi solidi o parti di macchina: ad esempio schizzi o schegge che possono colpire il lavoratore.
  • Scivolamento, inciampo o caduta: frequenti nei lavori in quota.

DPI contro il rischio meccanico

Scarpe antinfortunistiche

Le scarpe da lavoro possono essere dotate di puntale rinforzato per proteggere il piede da schiacciamenti, urti, tagli e perforazioni. La suola della scarpa può essere progettata in modo da evitare perforazioni o perdite di aderenza su superfici scivolose.

Guanti protettivi

I guanti da lavoro proteggono principalmente da abrasioni o proiezioni di liquidi o solidi. Ma oltre a ciò si possono trovare guanti anti-taglio, anti-schiacciamento, anti-perforazione o anti-vibrazione.

Caschi ed elmetti

Lo scopo principale di caschi ed elmetti è quello di attutire i colpi alla testa in caso di caduta del lavoratore stesso, o di proteggere il capo dall'impatto con oggetti pesanti caduti dall'alto.

Maschere e visiere

Possono proteggere viso e occhi da urti, schizzi, schegge o altre particelle solide.

Abbigliamento

L’abbigliamento da lavoro può proteggere dalle abrasioni. Se opportunamente indossato (e nella taglia giusta) può limitare anche il rischio di impigliamento.

Dispositivi anticaduta

Comprendono tutti i DPI per lavori in quota come funi di sicurezza, imbracature,assorbitori di energia o punti di ancoraggio.

Vai all'articolo precedente:Conoscere i rischi nei luoghi di lavoro: prevenzione, protezione e DPI contro il rischio elettrico
Vai all'articolo successivo:Conoscere i rischi del mestiere: vibrazioni meccaniche ed effetti sul lavoratore
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image