Occhiali da lavoro: classificazione, normativa e marcatura

Occhiali da lavoro: classificazione, normativa e marcatura

Gli occhiali da lavoro rientrano nei dispositivi di protezione individuale per gli occhi e hanno lo scopo di garantire la sicurezza sul luogo di lavoro. Per assicurare la dovuta protezione devono rispondere a dei requisiti previsti dalla legge, che sono quelli di qualità e certificazione normativa europea. La legge prevede innanzi tutto che il datore di lavoro fornisca agli utilizzatori occhiali specifici per tutelarli dai rischi che dovranno affrontare nello svolgimento delle loro mansioni. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste la classificazione, la normativa e la marcatura degli occhiali da lavoro.

Classificazione occhiali di protezione

Gli occhiali di sicurezza si distinguono in diverse tipologie a seconda dei rischi ai quali è esposto l’utilizzatore. Proprio per adattarsi a tutti i vari tipi di rischio, gli occhiali protettivi da lavoro si differenziano l’uno con l’altro per materiali, composizione e struttura, e devono rispondere ai rischi specifici per cui sono stati progettati. I rischi specifici che determinano la classificazione occhiali di sicurezza sono i seguenti:

  • Rischi ottici – la luce naturale e artificiale o le sorgenti di radiazioni provocano la maggior parte delle lesioni agli occhi
  • Rischi meccanici – causati da polvere a grana grossa e fine, da particelle ad alta velocità, da metalli e corpi incandescenti
  • Rischi chimici – causati da aerosol e aeriformi, spruzzi o gocce di soluzioni chimiche che possono penetrare nell’occhio, danneggiare la retina e quindi la vista
  • Rischi termici – il freddo può essere causa di prolungata lacrimazione, mentre il calore può causare ustioni e infiammazioni.

Normativa occhiali di protezione

La normativa occhiali da lavoro UNI EN 166:2001 regola l'utilizzo delle sigle sulla montatura e sulla lente di questi dispositivi individuali. La normativa stabilisce che negli occhiali da lavoro devono essere marchiati sia la montatura che la lente. Le sigle che si trovano impresse sono le seguenti:

  • CE: indica l'omologazione al prototipo e il rispetto della normativa
  • La protezione della lente, cioè da cosa protegge e quanto (2 ultravioletti / 3 ultravioletti senza alterazione di colori / 4 infrarosso / 5 solare / 6 solare e infrarosso)
  • La sigla del produttore di riferimento
  • La classe ottica dalla 1 alla 3 (il 3 indica che possono essere utilizzati solo per brevi periodi)
  • La resistenza delle lenti agli urti
  • Il settore di utilizzo degli occhiali da lavoro
  • I requisiti specifici (K resiste al deterioramento di particelle sottili, N resiste all'appannamento).

Per essere efficienti e proteggere gli occhi e quindi la vista, gli occhiali di protezione devono essere:

  • Robusti
  • Esenti da bolle
  • Resistenti agli urti, alla corrosione, alla combustione e alla disinfezione
  • Devono avere bassa conducibilità termica
  • Privi di irregolarità o sporgenze, in modo da evitare disagi a chi li utilizza
  • Atossici, inodori e non devono causare irritazioni cutanee
  • Regolabili in lunghezza
  • Assenti di effetti che deformano l’immagine

Marcatura occhiali di protezione

Oltre alla classificazione occhiali antinfortunistici, la normativa richiede anche la marcatura. Questa deve essere indelebile e deve riassumere tutte le caratteristiche di questi dpi. Tutti i protettori individuali dell’occhio, escluso quelli utilizzati contro le radiazioni ionizzanti, raggi X, emissioni laser e le irradiazioni infrarosse emesse da fonti a temperatura bassa, hanno in genere le stesse regole di marcatura.

Di solito costituiti da un elemento portante, come montatura e guscio, questi DPI riportano una marcatura su quest’ultimo, mentre se sono realizzati con due elementi distinti entrambi devono contenere la marcatura.

Nel dettaglio, la marcatura occhiali protettivi deve contenere:

  • Numero della norma europea EN pertinente
  • Identificazione del fabbricante (logo o marchio di fabbrica)
  • Marchio CE e numero dell’organismo notificato che lo ha rilasciato (quando applicabile)

È importante che gli occhiali vengano scelti a seconda della mansione che si deve svolgere per tutelare la vista.

Vai all'articolo precedente:Cosa sono i guanti in vinile: uso e caratteristiche
Vai all'articolo successivo:Sicurezza sul lavoro nelle celle frigorifere: tutto quello che c'è da sapere
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image