Come proteggere gli occhi dalla saldatura: dpi da usare

Come proteggere gli occhi dalla saldatura: dpi da usare

Esercitare una professione come quella del saldatore comporta numerosi rischi, primo fra tutti quello di lesionare seriamente gli occhi.

La norma UNI 10912:2000, che regola l'uso e la manutenzione dei dispositivi di protezione individuale degli occhi, fornisce una comprensione di base della classificazione dei pericoli per gli occhi, che insorgono sia in ambito professionale che industriale.

La normativa classifica anche i vari tipi di dispositivi di protezione individuale dell'occhio, ognuno dei quali è dotato di filtri adeguati ai diversi livelli di protezione. Vediamo di saperne di più su come proteggere gli occhi dalla saldatura e quali dpi scegliere.

Rischi della saldatura

I rischi legati alla saldatura sono di natura meccanica, chimica e dovuti a radiazioni. Gli occhi sono la parte più esposta ai danni causati dai vari pericoli e per questo è fondamentale fare una stima di tutti i potenziali rischi riscontrabili nell’ambiente di lavoro.

La saldatura è pericolosa per l'occhio umano, in quanto emette radiazioni ad elevata intensità. Le operazioni di saldatura, che possono essere svolte sia a gas che ad arco elettrico, rappresentano una sorgente di radiazioni UV, IR e di luce abbagliante.

La protezione per la vista è importante per garantire un'adeguata protezione fisica, oltre a salvaguardare dalle radiazioni. Gli effetti causati dai vari tipi di radiazione variano in base alla loro lunghezza d’onda. Considerato che l'80% della percezione umana è visiva, è evidente che il rischio principale è costituito da bagliori, spruzzi e calore emanati dalla saldatura.

I rischi chimici possono derivare, invece, dai fumi generati dalla fusione. Il grado di  pericolosità dipende ovviamente dalla composizione chimica dei materiali utilizzati per la saldatura, o da quella dell’elettrodo, che possono essere cancerogeni.

La valutazione del rischio permette di individuare le misure di prevenzione adeguate e la protezione occhi adatta per garantire la massima sicurezza nell’ambiente di lavoro. Spetta al datore di lavoro acquisire tutti gli elementi necessari per conoscere e valutare i rischi. Gli elementi raccolti devono permettere di individuare i dpi occhi corretti, per consentire al lavoratore di svolgere le operazioni di saldatura senza rischi.

Danni agli occhi da saldatura

I danni principali per l’occhio umano, derivanti da un’eccessiva esposizione a radiazioni ottiche, possono essere di generi diversi, a seconda che si manifestino a breve termine oppure a lungo termine. Il raggio UV provoca fastidio agli occhi e rossore, segni che si sviluppano subito e che possono dare origine ad una forte infiammazione della cornea.

Anche se spesso la luce blu viene sottovalutata poiché considerata sicura, in realtà può penetrare sino alla retina e danneggiarla in maniera irreversibile. Questo pericolo non si manifesta subito e quindi può risultare più dannoso per gli occhi. La continua esposizione alle radiazioni nel tempo comporta la perdita di gradi di diottrie e in alcuni casi sopraggiunge anche la cecità.

È dunque evidente che è impossibile saldare senza protezione agli occhi, e bisogna assolutamente evitare di farlo se non si dispone dei dpi adeguati a svolgere anche attività minime di fai da te, che possono causare danni seri.

Dpi occhi da usare per la saldatura

I dpi occhi saldatura possono essere occhiali, maschere e visiere o schermi. Ecco da cosa si differenziano le varie protezioni occhi saldatura.

Occhiali

Gli occhiali per saldatura proteggono gli occhi ed offrono una protezione limitata alle cavità orbitali. Sono presenti in diverse varianti e possiedono un filtro la cui tipologia deve essere scelta in base alla tecnica di saldatura da effettuare. Si tratta di una protezione occhi saldatura dotata, in genere, di un doppio paio di lenti in cui le lenti protettive oscuranti sono ribaltabili e si possono sollevare senza togliere gli occhiali. Montatura e modello devono adattarsi perfettamente al volto e le lenti, la cui dimensione determina l’ampiezza del campo visivo, devono rispondere alla norma UNI EN 166.

Maschere

La maschera da saldatura protegge gli occhi e le cavità orbitali. Per essere protettiva deve essere dotata di opportune montature e di oculari per saldatura, per tutelare gli occhi e anche il viso dalle schegge, dalle radiazioni o dalle sostanze chimiche. In genere viene fissata direttamente al capo mediante la bordatura ed è possibile indossare modelli più ampi sopra i normali occhiali correttivi. Esistono anche maschere per fumi di saldatura proprio per proteggere dai fumi che possono colpire gli occhi durante le operazioni e danneggiarli.

Visiera

La visiera fornisce protezione sia agli occhi sia al viso ed è un altro dpi efficace per salvaguardare gli occhi durante la saldatura e proteggere da schizzi, schegge, sostanze chimiche e calore radiante. Può essere dotata di una fascia girotesta per essere tenuto sulla testa, oppure può anche essere dotata di un elmetto di sicurezza. Ad uno schermo opaco viene incorporata un'apertura fissa, o da sollevare, per inserire il filtro da saldatura. La visiera assicura protezione agli occhi e anche al viso e la si può indossare anche sopra gli occhiali correttivi.

Vai all'articolo precedente:Come proteggersi dai fumi di saldatura: maschere e aspiratori obbligatori
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image