Filtri per maschere

Filtra Per:

Guida all'acquisto dei filtri per maschere

L'utilizzo di maschere a pieno facciale o semimaschere filtranti implica l'associazione di un filtro che, in base al rischio specifico, completi la protezione delle vie respiratorie. 

FILTRI ANTIPOLVERE E FILTRI PER MASCHERE ANTIGAS

I filtri per maschere hanno una classificazione che dipende da vari fattori, che possono anche essere combinati tra loro. 

- i filtri antipolvere sono di colore bianco

- i principali filtri per maschere antigas possono essere di tipo A (marrone), B (grigio), E (giallo), K (verde) 

Naturalmente, molti prodotti che troverai in commercio sono filtri combinati, ma non è particolarmente immediato cogliere le funzioni d'uso e le differenze che li contraddistinguono se non sai come interpretarne le indicazioni.

FILTRI PER MASCHERE ANTIGAS: COME SCEGLIERLI

I filtri antipolvere sono classificati con tre sigle: P1, P2 o P3. La classe più opportuna varia in base al livello di concentrazione di polveri: maggiore è la classe e maggiore sarà l'efficienza filtrante. 

Per i filtri antigas, devi invece considerare il tipo di protezione di cui hai bisogno. I filtri di tipo A proteggono da vapori organici mentre il tipo B è ideale per vapori inorganici. I filtri E e K sono invece rispettivamente indicati per gas acidi e ammoniaca o derivati.
Anche in questo caso troverai una distinzione per classi: si va dalla 1 alla 3 in base alla relativa capacità filtrante.

Ad esempio, una sigla articolata come A2B2E2K2P3 sarà riferita ad un filtro per gas e vapori organici, inorganici e acidi, ammoniaca (classe 2) e polvere (classe 3).

Con queste indicazioni sarai in grado di distinguere le varie tipologie di prodotto e identificare con facilità il filtro più adeguato per le tue esigenze.

LoginAccount
Torna su
Cookie Image