Valutazione rischi uso carrelli elevatori: normativa e sicurezza

Valutazione rischi uso carrelli elevatori: normativa e sicurezza

Il carrello elevatore, detto anche muletto, è un mezzo operativo composto da quattro ruote e da un motore elettrico che viene utilizzato per sollevare carichi pesanti da posizionare in depositi di logistica appositi. Inoltre, la merce sollevata può essere scaricata anche da specifici mezzi di trasporto. Nel mondo del lavoro sono diversi i fattori di rischio relativi all’utilizzo dei carrelli elevatori, ma i potenziali pericoli per i lavoratori aumentano di più se non vengono rispettate manutenzione e le corrette procedure di lavoro. Per questo occorre redigere una valutazione rischi uso carrelli elevatori, scopriamo di cosa si tratta.

Normativa e sicurezza per gestire i carrelli elevatori

Il controllo periodico dei carrelli elevatori è una procedura obbligatoria ai sensi dell’art. 69 del D.Lgs. 81/2008 e devono essere sottoposti alle normative espresse dal Testo unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro.

Per rendere più agevoli le operazioni e i controlli, l’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro (ISPESL) indica le Linee Guida da rispettare per eseguire le ispezioni periodiche. L’ente stabilisce come devono essere eseguite a norma di legge, chi  può effettuarle, quanto tempo può passare da un controllo e l’altro e via dicendo.

Nell’utilizzo dei carrelli elevatori norme di sicurezza e valutazione dei rischi sono da rispettare per evitare incidenti.

Valutazione rischi cosa contiene

La valutazione dei rischi relativi all’uso del carrelli trasportatori deve essere redatta dal datore di lavoro che insieme ad altri professionisti competenti rileva i possibili rischi. Il documento deve contenere diversi tipi di analisi per facilitare l’attività valutativa. Ecco cosa deve contenere:

Analisi dei luoghi – l’analisi dei luoghi in cui vengono utilizzati i carrelli trasportatori e i percorsi relativi dove viene fatto uso del muletto. Inoltre, bisogna prestare attenzione alle caratteristiche delle superfici su cui transitano i carrelli e devono anche essere riportate alcune caratteristiche delle zone operative e di transito.

Analisi dei mezzi, degli accessori e dei carichi – il dvr carrelli elevatori prevede la rilevazione delle caratteristiche dei mezzi utilizzati, una rilevazione sui tipi di carichi movimentati e una rilevazione relativa agli accessori (forche, prolungamenti delle stesse, pallets, ganci per effettuare sollevamenti, trascinare i carichi, ecc.). In questa fase della valutazione occorre quindi rilevare le caratteristiche tecniche di tutti i carrelli utilizzati e per ognuno bisogna preparare una Scheda Carrello che registra oltre a numero e sigla del mezzo, le caratteristiche tecniche e i dispositivi di sicurezza carrelli elevatori.

Per quanto riguarda la sicurezza carrelli elevatori a forche prevede con operatore a bordo devono essere tenuti in considerazione portata, stabilità, freno, rulli e pulegge di deviazione, posto di guida, organi di comando, segnalatore acustico-luminoso, fine corsa, limite velocità, bracci di forca o piastra, istruzioni d'uso.

Nel dvr muletto vengono indicati i fattori di rischio e le possibili cause di infortunio:

  • rischio vibrazioni muletto – ai sensi del DLgs.81/2008 il datore di lavoro deve considerare il rischio vibrazioni carrelli elevatori per la valutazione dell’esposizione giornaliera.
  • rischio ribaltamento carrello elevatore – riguarda il trasporto carichi con forche sollevate, velocità eccessiva e manovre spericolate. Il ribaltamento può essere causato da pavimenti sconnessi, caricamento errato e altro.
  • rischio investimento carrelli elevatori – può essere dovuto ad una non corretta organizzazione del lay-out, a manovre o conduzione incoerenti del carrello, alla segnaletica carente o mancante, all’assenza di segnalazione luminosa o acustica.
  • rischio esplosione ricarica carrelli elevatori – può essere dovuto ad una non sufficiente e adeguata aerazione naturale.

Norme di sicurezza carrellisti

La sicurezza carrellisti dipende anche dalla osservazione di alcune regole comportamentali che devono essere rispettate e che devono essere riportate nella scheda del dpi carrellista. Nel dpi mulettista devono essere infatti contenuti i rischi mulettista, ma anche le regole da osservare per evitare incidenti. Una volta stabiliti i rischi carrellista e aver accertato la sicurezza muletti bisogna anche tenere conto che il personale deve essere adeguatamente formato per adempiere ai compiti assegnati al meglio. La s sezione dedicata alla formazione e addestramento indicante i requisiti di base dell’operatore e gli argomenti da trattare deve essere contenuta nel documento.

Ecco le regole comportamentali da osservare:

  • I carrelli devono essere azionati solo dal posto di guida
  • I carrelli elevatori devono essere guidati e manovrati solo da persone autorizzate
  • I conducenti non devono fare modifiche o aggiunte ai carrelli che possano influire sul loro funzionamento, previa autorizzazione
  • I conducenti devono utilizzare i carrelli solo per gli scopi per cui sono destinati
  • I carrelli non devono trasportare passeggeri

Altre indicazioni sulle regole di guida prevedono:

  • La velocità di marcia deve essere rigorosamente mantenuta ‘a passo d’uomo
  • Bisogna dare la precedenza ai pedoni e utilizzare i dispositivi di segnalazione
  • Durante la guida mantenere una posizione corretta e non sporgersi oltre la sagoma del carrello
  • Nelle curve procedere con prudenza
  • Evitare partenze, frenate e brusche sterzate
  • Durante la marcia a vuoto mantenere le forche a 10÷15 cm dal suolo
  • Tenere lo sguardo sempre rivolto nella direzione di marcia
Vai all'articolo precedente:Rischi specifici magazziniere: quali sono e come proteggersi
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image