Valutazione dei rischi impresa di pulizie: normative e dpi da usare

11 Giugno 2021
Valutazione dei rischi impresa di pulizie: normative e dpi da usare

In base al D.Lgs. 9 aprile 2008 n.81, tutte le imprese di pulizie con almeno un dipendente devono essere in possesso del documento di valutazione dei rischi impresa di pulizie. Questo documento è una valutazione di tutti i potenziali rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori e relative misure da adottare per garantire la sicurezza sul luogo di lavoro.

Quindi il dvr imprese di pulizia è un documento che rientra nella materia di sicurezza sul lavoro ed è obbligatorio. Il D. Lgs. 81 del 2008 prevede una serie di sanzioni (sia amministrative che penali) in caso di violazioni relative alla mancata redazione e alla mancata attuazione del documento di valutazione dei rischi impresa di pulizie; questo documento deve essere redatto entro 90 giorni dall’inizio dell'attività d'impresa e deve essere redatto dal datore di lavoro, il quale può essere aiutato nella compilazione anche da un consulente esperto in sicurezza sul lavoro.

Documento di valutazione dei rischi impresa di pulizie: le figure

Il documento di valutazione dei rischi di impresa di pulizie prevede che l'impresa di pulizia abbia al suo interno alcune figure speciali in ambito sicurezza, figure che devono essere nominate dal datore di lavoro.

Il datore di lavoro deve nominare un RSPP (Responsabile del servizio prevenzione e protezione), che lo aiuti nella valutazione degli rischi connessi all'attività di pulizia; la legge prevede che in luoghi di lavoro con meno di 200 dipendenti, il ruolo di RSPP può essere ricoperto anche dallo stesso datore di lavoro.

Poi sono previste anche altre anche tre figure: il medico competente, l'addetto al primo soccorso e l'addetto antincendio ed evacuazione,

Se l'impresa di pulizia ha meno di 5 dipendenti, i ruoli di addetto al primo soccorso e l'addetto antincendio possono essere ricoperte dal datore di lavoro. In caso contrario, queste due figure sono assolte da due dipendenti che dovranno essere adeguatamente formati e aggiornati con corsi specifici a spese del datore di lavoro.

Il medico competente, invece, è quasi sempre un consulente esterno.

Impresa di pulizie e rischi lavorativi

I rischi imprese di pulizia rientrano in varie tipologie di categorie, andiamo a vedere la suddivisione dei rischi presenti in questa attività lavorativa.

È molto importante che i lavoratori vengano istruiti sui rischi connessi al loro lavoro e che ricevano istruzioni operative per poter lavorare in totale sicurezza.

Rischio chimico

Il rischio chimico impresa pulizie è uno dei punti da tenere in forte considerazione per evitare danni a carico dei lavoratori. Questo rischio è legato all'uso di prodotti per la pulitura e la disinfezione che possono essere tossici, corrosivi oppure infiammabili, e per questo la loro manipolazione deve essere controllata mediante una serie di procedure idonee ad evitare danni al lavoratore che li impiega.

L’esposizione del lavoratore a questo tipo di rischio è correlata alla qualità dei prodotti utilizzati, alla frequenza ed alla modalità con cui vengono impiegati, nonché alla mancanza di adeguati ricambi d’aria nel luogo di lavoro.

Rischio di cadute dall'alto

In questa tipologia di lavoro spesso si usano scale per pulire vetri, porte ed altri strumenti, e se le scale vengono usate in modo non corretto, oppure se queste sono danneggiate, esse possono procurare una caduta dall’alto, provocando eventuali infortuni e danni al lavoratore. Inoltre, le scale devono essere sempre antiscivolamento.

Rischio biologico impresa di pulizie

Il documento di valutazione dei rischi impresa di pulizie deve tener conto del rischio di contatto con agenti biologici che può provocare danno o infortunio al lavoratore.

Infatti il lavoratore in questione può essere esposto a differenti tipi di agenti biologici, come microrganismi, batteri, virus e muffe.

Molto frequente è l'esposizione a muffe, che sono causa di manifestazioni allergiche e patologie irritative a naso, occhi e gola.

Rischio ergonomico

I lavoratori impiegati in questo settore spesso sono sottoposti a posture stancanti e molte volte il loro lavoro richiede anche la movimentazione di pesi.

La maggior parte dei movimenti necessari per questo lavoro generano carichi elevati sulla colonna vertebrale e sono causa di comparsa dei disturbi muscolo scheletrici.

Rischio da scivolamento

Lo scivolamento e la caduta sono cause frequenti di infortunio sul lavoro nelle imprese di pulizie (soprattutto per la presenza di acqua sul pavimento). Per ovviare a questa problema, il documento di dvr per imprese di pulizia prevede che il lavoratore indossi scarpe con suola antiscivolo.

Dpi da usare nelle imprese di pulizia

Per garantire la sicurezza dei lavoratori impiegati, nel documento di dvr impresa di pulizie sono indicati i dpi (dispositivi protezione individuali) da utilizzare sul luogo di lavoro.

Ecco i principali dpi da utilizzare per i lavoratori del settore pulizia:

Vai all'articolo precedente:Valutazione rischi centro estetico: DPI da usare per proteggersi
Vai all'articolo successivo:Dvr parrucchiere: cosa prevede e quali sono i rischi
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image