Scarpe da lavoro alte o basse: quali scegliere

8 Maggio 2024
Scarpe da lavoro alte o basse: quali scegliere

Le scarpe antinfortunistiche sono un DPI indispensabile da indossare in ambiti lavorativi come l’officina, il cantiere o altri contesti previsti dal D.Lgs 81/2008. La loro funzione è quella di garantire una postura corretta, in particolare quando bisogna stare in piedi per molto tempo, massimo comfort, traspirabilità e protezione dal rischio di infortuni.

Ecco una guida per scegliere fra le scarpe da lavoro alte o basse.

Caratteristiche delle scarpe antinfortunistiche alte e basse

Prima di scegliere fra scarpe antinfortunistiche alte o basse è fondamentale conoscere le loro caratteristiche e quali sono le loro funzioni.

Scarpe antinfortunistiche alte

Le scarpe antinfortunistiche alte sono isolanti, avvolgono piede e caviglia e li proteggono dal freddo. Indicate soprattutto per il periodo invernale, sono perfette da indossare in caso di temperature molto rigide, neve e pioggia intensa. Proprio perché sono curate nei minimi dettagli, e prodotte con materiali di alta qualità, assicurano una postura corretta, massima stabilità e prevengono il mal di piedi.

Scarpe antinfortunistiche basse

Le scarpe antinfortunistiche basse si distinguono per l’altezza, che si ferma prima del malleolo. Pensate per proteggere solo il piede, sono leggere, comode e versatili, si possono indossare in tutte le stagioni, in particolare in primavera e in estate.

Scarpe antinfortunistiche meglio alte o basse?

Quali scegliere quindi fra scarpe antinfortunistiche basse o alte? Per scegliere le scarpe antinfortunistiche più adatte, occorre fare riferimento al contesto lavorativo in cui devono essere utilizzate e alle caratteristiche specifiche.

Per prima cosa, bisogna scegliere le scarpe da lavoro in base alle regole previste dalla norma di riferimento. Infatti, a seconda del lavoro da svolgere, le scarpe devono appartenere a:

  • Livello SB – si tratta di scarpe con livello di sicurezza base, dotate di un puntale capace di sopportare un carico di 200Joule
  • Livello S1 – le scarpe di questo livello hanno il puntale in acciaio e sono dotate anche di una suola con caratteristiche antistatiche nella parte posteriore
  • Livello S2 – queste scarpe hanno tutte le caratteristiche del livello S1 ma senza lamina antiperforazione
  • Livello S3 – le calzature del livello S3 hanno le caratteristiche dalle S1 e delle S2, sono impermeabili, hanno suola antistatica, puntale in acciaio in grado di sopportare un carico fino a 200Joule
  • Livello S5 – sono le scarpe con il massimo livello di protezione

Rispettate le norme, la scelta fra scarpe antinfortunistiche basse o alte è soggettiva e spetta al lavoratore individuare il modello che lo fa stare meglio.

Come scegliere fra scarpe antinfortunistiche alte o basse

A prescindere che si tratti di scarpe da lavoro alte o basse, nella scelta bisogna tenere in considerazione alcuni fattori importanti.

Materiali

I materiali devono essere durevoli, di alta qualità, e adatte a svolgere un determinato tipo di lavoro. Sul mercato si trovano scarpe in pelle, in tessuti compositi, in Gore-Tex o in materiali sintetici molto resistenti e duraturi, resistente alle temperature estreme e idrorepellenti.

Soletta

La soletta delle scarpe antinfortunistiche deve essere anatomica e ammortizzante, dotata anche di protezioni nella pianta e nella zona del tallone, e deve essere traspirante, in modo da far fuoriuscire l’umidità.

Suola

La suola deve essere leggera e robusta. Lo spessore dipende dal livello di protezione richiesto: maggiore è l’altezza e maggiore è il grip a terra e la sicurezza. Le suole sottili sono adatte per svolgere lavori in posizione piegata.

Puntale

Dove presente, il puntale deve adattarsi al meglio alla forma del piede, lo deve avvolgere ma non premere. Aver cura di verificare che la linguetta è imbottita e dotata di morbido cuscinetto intorno alla caviglia.

Vai all'articolo precedente:Cotone Massaua: caratteristiche e usi nell'abbigliamento da lavoro
Vai all'articolo successivo:Abbigliamento da lavoro idrorepellente o impermeabile: qual è la differenza
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni 3% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su