Quali estintori usare in base alla classificazione di incendio

Quali estintori usare in base alla classificazione di incendio

Quante tipologie di estintori esistono? E quali estintori usare in base al tipo di incendio che può interessare i nostri luoghi di lavoro? Innanzitutto dobbiamo sapere che gli estintori in commercio vengono classificati principalmente in base alla loro capacità estinguente. Già sulla base di ciò possiamo capire in quali situazioni usare un tipo piuttosto che un altro. Ecco quale estintore usare in base all’agente estinguente.

Estintore ad acqua

Questo estintore è così chiamato perché contiene acqua per il 90% circa (il restante 10% sono filmanti ed additivi). In Italia ne è vietato l'uso su apparecchiature elettriche, anche se in alcuni paesi gli estintori ad acqua hanno superato i test dielettrici.

Quando usare estintore a polvere?

Gli estintori a polvere sono composti da varie sostanze chimiche miscelate tra loro con aggiunta di additivi per migliorarne fluidità e idrorepellenza. Ma un estintore a polvere cosa spegne? Le polveri possono essere di due tipologie in base alla necessità:

  • ABC – Polveri per lo spegnimento di più tipi di fuoco e realizzate generalmente con solfato e fosfato d'ammonio, solfato di bario, ecc...
  • BC – Polveri specifiche per incendi originati da liquidi e gas infiammabili, sono formate principalmente da bicarbonato di sodio.

Entrambe le tipologie sono sconsigliate per estinguere fuochi derivati dalla combustione di oli di natura vegetale o animale, generalmente utilizzati nelle cucine.

Estintore idrocarburi alogenati

L’estintore a idrocarburi alogenati è simile a quello a polvere, ma contiene come agente estinguente gli idrocarburi alogenati (comunemente detti halons). Sono adatti allo spegnimento di fuochi di classe A-B-C e su apparecchi sotto tensione elettrica.

Cosa sono gli estintori a schiuma?

Gli estintori a schiuma sono così definiti per via della sostanza schiumosa che rilasciano. Permettono di creare uno strato impermeabile sulla superficie comburente così da impedirne il contatto con l’ossigeno e trattenere i vapori infiammabili.

Quando usare estintori a schiuma? Questi sono perfetti per i liquidi infiammabili e gli oli da cucina, ma non per le apparecchiature elettriche (a causa della presenza di acqua nella schiuma).

Cosa spegne estintore CO2.

 

Quando usare estintore CO2?

Questa tipologia è strutturalmente diversa dalle altre, in quanto costituita da una bombola d'acciaio. Viene realizzato in un unico pezzo di spessore adeguato alle pressioni interne. Contiene gas CO2 (anidride carbonica) compresso e liquefatto. Gli estintori CO2 sono adatti per spegnimento di fuochi di classe B e C.

 

Leggi anche dal nostro Blog "Quali sono le tipologie di estintore?.

 

Quale estintore per quadro elettrico?

Quale estintore usare per quadri elettrici? Le tipologie di estintori più adatte a sopprimere un incendio da materiale elettrico sono gli estintori CO2 e gli estintori a polvere, grazie all’assenza di acqua al loro interno.

 

Estintori CO2 per quadri elettrici.

 

Differenza tra estintori a polvere ed estintore anidride carbonica

Spesso ci si chiede in cosa consiste la differenza tra un estintore CO2 e un estintore a polvere.

Per prima cosa sono diversi gli agenti estinguenti. Nel caso degli estintori CO2, come abbiamo già potuto vedere, il contenuto è dato da anidride carbonica. Mentre per gli altri abbiamo appunto la polvere.

Altra distinzione riguarda l’utilizzo. Un estintore ad anidride carbonica non può essere utilizzato per le classi d’incendio D, F e ha scarsa efficacia sui solidi. Mentre, l’estintore antincendio a polvere va a nozze con i materiali solidi.

L'ultima differenza è a favore dell’estintore antincendio Co2, visto che non lascia residui (grazie alla neve carbonica che si sublima senza lasciare traccia). Al contrario della polvere che si insinuerà in ogni spazio disponibile.

 

Scopri in questo video informazioni utili sull'addetto antincendio nelle aziende e sui prodotti antincendio richiesti.

Vai all'articolo precedente:Non scherzare col fuoco! Caratteristiche e normative di abbigliamento ed elmetti antincendio
Vai all'articolo successivo:Come si usa un estintore?
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image