Come scegliere il casco da lavoro in base al tipo di attività

Come scegliere il casco da lavoro in base al tipo di attività

L’elmetto antinfortunistico da lavoro è un DPI indispensabile per proteggere la testa… forse la parte del corpo più vitale e delicata. Ma quale casco scegliere? Nelle prossime righe forniremo una breve guida, utile per individuare le caratteristiche protettive idonee.

Normativa caschi da lavoro

L’individuazione dell’elmetto da lavoro più adatto compete al datore di lavoro a seguito dell’immancabile valutazione dei rischi per le varie figure professionali coinvolte in azienda. Per semplificare la scelta, l’allegato VIII del Decreto legislativo 81/2008 elenca le caratteristiche di un casco protettivo da lavoro che, a seconda della mansione specifica, dovrà proteggere da:

  • Rischi meccanici – proteggere dalla caduta di oggetti o dall’impatto al suolo (nel caso in cui a cadere sia il lavoratore);
  • Rischi da schiacciamento – resistenza del casco alla pressione laterale esercitata sullo stesso;
  • Rischi elettrici – isolamento elettrico e proprietà dielettriche;
  • Rischi termici – eccessivo caldo o freddo;
  • Rischi da spruzzi di metallo fuso;
  • Rischio da visibilità ridotta – segnalazione riflettente.

Sono elencati poi esempi di fattori di rischio derivanti da un uso errato o da una scelta non idonea del casco di sicurezza sul lavoro. Una scarsa manutenzione, ed esempio, potrebbe compromettere le qualità protettive dell’elmetto… di conseguenza è necessario verificarne l’integrità giorno per giorno e procedere con un’accurata pulizia.

Le qualità protettive poi non devono compromettere comfort e salute del lavoratore. Elementi come l’ergonomia, il peso, la taglia giusta o la ventilazione interna, sono tutte cose che devono essere prese in considerazione per individuare il casco più efficacie. Un esempio ce lo danno i lavori in quota: la resistenza della cinghia sottogola, per questi casi specifici, è secondaria al rischio per il lavoratore di subire strappi alla gola o anche soffocamenti.

 

Scopri in questo video l’elmetto di protezione Kask per lavori in alta quota.

 

Classificazione caschi di protezione lavoro

In base al tipo di lavoro, possiamo raggruppare genericamente i caschi da lavoro in 4 categorie.

  1. Caschi di protezione standard: proteggono principalmente da urti (caduta oggetti e impatto a terra), tagli e penetrazione. Sono composti da una calotta esterna e da una cuffia ammortizzante interna e una cinghia per la tenuta. A queste possono aggiungersi altre protezioni opzionali (isolamento elettrico e termico e protezione da schizzi, protezioni per l’udito ecc…).
  2. Caschi di protezione ad alte prestazioni: offrono qualità protettive maggiori rispetto alla categoria vista prima. Offrono anche un’elevata resistenza alle deformazioni laterali.
  3. Caschi con proprietà dielettriche: resistenza al contatto con l’elettricità fino a 1000 volt in corrente alternata e 1500 volt in corrente continua.
  4. Caschi forestali: utili per lavorare con motoseghe, decespugliatori o simili. Integrano assieme protezione per la testa, per volto e occhi e cuffie antirumore.

 

Leggi dal nostro Blog anche:

 

Significato colore elmetto cantiere

Un’importante digressione bisogna farla in merito al colore del casco, che deve essere scelto in modo tutt’altro che casuale. In termini generali, spetta sempre al datore di lavoro (o a chi per esso) decidere il colore dei caschi da fornire ai lavoratori.

La scelta deve tenere in considerazione prima di tutto la visibilità dell’elmetto (e di conseguenza anche quella del lavoratore). Il colore scelto per il casco deve essere il più possibile a contrasto con quello dell’ambiente, per facilitare l’individuazione del lavoratore anche in caso di incidente. È evidente, ad esempio, che per operare tra la vegetazione non sarà comodo usare degli elmetti verdi!

Il colore poi deve anche rispecchiare quella che è l’organizzazione aziendale, intesa come suddivisione interna di ruoli e mansioni. È il classico esempio dell’elmetto da cantiere che avrà un colore specifico se destinato ad un operatore, piuttosto che al preposto o al personale ausiliario.

 

Colori caschi cantiere

Vai all'articolo precedente:Classificazione guanti antinfortunistici: come scegliere i più idonei
Vai all'articolo successivo:Come scegliere cuffie antirumore
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image