Come pulire i guanti da lavoro senza rovinarli: consigli in base al materiale

Come pulire i guanti da lavoro senza rovinarli: consigli in base al materiale

Esistono svariate tipologie di guanti da lavoro, realizzati in diversi materiali proprio per essere utilizzati per usi specifici, ma tutti necessitano di pulizia e lavaggio per scongiurare eventuali infezioni. Ogni mansione porta inevitabilmente ad un contatto con oggetti, persone, superfici e molto altro, che portano a far sporcare i guanti, o comunque ad accumulare batteri o agenti patogeni. Proprio per questo motivo è necessaria la pulizia e, quando occorre, anche il lavaggio. Per orientarsi al meglio, vista l’ampia gamma di materiali, ecco alcuni consigli su come pulire i guanti da lavoro.

Tipologie di guanti da lavoro

La gamma di guanti da lavoro è molto ampia: esistono guanti antigelo, antitaglio, dielettrici, anticalore, monouso, in pelle e molti altri. I vari modelli disponibili permettono di svolgere svariate mansioni in piena sicurezza per le mani, proteggendole da graffi, tagli e gelo.

Ad esempio, i guanti da lavoro impermeabili sono indicati per svolgere facilmente lavori anche molto pericolosi, in particolare quelli che richiedono l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Questa tipologia di guanti permette di mantenere le mani calde e si rivelano efficaci nel portare calore alle dita, in particolare quando si deve lavorare al gelo.

I guanti antitaglio sono invece indispensabili per eseguire lavori nei boschi, o comunque per qualsiasi mansione che comprenda l’utilizzo di motoseghe e attrezzi pericolosi per l’incolumità delle mani. I guanti dielettrici sono indicati per proteggere le mani da scosse elettriche e quindi isolano da eventuali cortocircuiti. Le tipologie sono davvero tantissime e tutte sono volte alla tutela delle mani.

Come lavare i guanti da lavoro

In genere tutti i guanti da lavoro si possono sottoporre al lavaggio, con alcune differenze fra una tipologia e l’altra. A fare la differenza sono i materiali con cui sono realizzati e che sono molteplici. È possibile trovare guanti in pelle, guanti in poliuretano, guanti in neoprene, guanti in pvc, guanti in nitrile e molti altri ancora. Ma come eseguire il lavaggio guanti da lavoro? Ecco come lavare guanti da lavoro a seconda dei materiali.

Guanti da lavoro in pelle

Per lavare guanti da lavoro in pelle bisogna eseguire una procedura specifica, per evitare che si rovinino. È importante però tenere presente che è indispensabile pulire guanti da lavoro in pelle, proprio per mantenerli in buone condizioni più a lungo. Procedere quindi lavando i guanti da lavoro in pelle con acqua fredda e sapone neutro e stenderli per farli asciugare, ma senza strizzarli. Quando non devono essere utilizzati, è consigliabile conservali in un luogo asciutto e fresco, al riparo dalla luce solare. Un consiglio per mantenere morbidi i guanti in pelle è quello di massaggiarli un po’ durante l’asciugatura, per evitare che il materiale si irrigidisca.

Guanti da lavoro in PVC, nitrile, gomma e neoprene

Lavare guanti da lavoro realizzati con questi materiali è facile e, prima di sfilarli dalle mani, passarli sotto l’acqua con del sapone in un lavandino. Dopo averli risciacquati, ricordarsi di lavare le mani, in modo particolare se si stanno svolgendo lavori con prodotti chimici. A questo punto, appendere i guanti per farli asciugare e, una volta asciutti, conservarli in un luogo fresco per non farli ammuffire.

Guanti da lavoro in cotone e jersey

I guanti in cotone e jersey, o altri tessuti simili, si possono lavare direttamente in lavatrice. Per lavare i guanti da lavoro in cotone, sciacquarli direttamente sotto il rubinetto per eliminare tutto lo sporco. Risciacquare e lavarli poi in lavatrice con acqua tiepida. Se si vuole, si possono mettere anche nell’asciugatrice. Anche i guanti in jersey si possono sciacquare sotto l’acqua corrente e poi mettere in lavatrice, utilizzando però acqua fredda. Appenderli e farli asciugare, senza però passarli nell’asciugatrice.  

Vai all'articolo precedente:Come lavare abiti da lavoro: procedura e consigli utili
Vai all'articolo successivo:Come proteggersi dai fumi di saldatura: maschere e aspiratori obbligatori
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image