Come lavare abiti da lavoro: procedura e consigli utili

Come lavare abiti da lavoro: procedura e consigli utili

Curare gli abiti da lavoro è molto importante per rendere al meglio l’idea di professionalità da trasmettere alla clientela. In ogni settore, dunque, dal cuoco al parrucchiere, dal cameriere al medico o al meccanico, è fondamentale che gli abiti siano impeccabili.

La pulizia è ovviamente un aspetto da curare, in quanto influisce sulla condizione della divisa. Questo significa effettuare un lavaggio adeguato, che eviti lo scolorimento e mantenga i tessuti perfetti.

È possibile lavare gli abiti da lavoro in lavanderia, soluzione ideale per chi magari ha poco tempo, ma decisamente costosa. In alternativa, è possibile effettuare il lavaggio a casa, ovviamente prendendo le dovute precauzioni, e beneficiando anche di un bel risparmio. Ecco di seguito la procedura e alcuni consigli utili su come lavare abiti da lavoro a casa.

Procedura per il lavaggio abiti da lavoro in lavanderia

Le lavanderie professionali sono specializzate nel lavaggio di indumenti da lavoro, utilizzando detergenti non ad uso domestico per togliere macchie e qualsiasi tipo di sporco. Le lavanderie effettuano lavaggi separati per determinati tipi di abito da lavoro e seguono specifiche linee guida, previste per la lavanderia industriale e che rispondono alla normativa ISO 15797. Si tratta di linee guida che si riferiscono alla temperatura, al lavaggio e all’asciugatura, oltre al detersivo e alle sostanze che si possono utilizzare.

Un lavaggio professionale di capi da lavoro eseguito da una lavanderia specializzata prevede, in genere, le seguenti fasi:

  • Prelavaggio a bassa temperatura per evitare che le macchie organiche si fissino sulla fibra
  • Lavaggio con una temperatura più alta e sapone naturale
  • Risciacquo e applicazione di amido ed ammorbidente, per rendere la fibra confortevole

Come lavare indumenti da lavoro a casa

Come lavare i vestiti da lavoro a casa? La procedura prevede, prima di tutto, un controllo delle etichette interne dei vari capi. Infatti, ogni capo di solito è dotato di un’etichetta che contiene indicazioni riguardanti temperature, centrifuga, stiratura ecc. Per eseguire alla perfezione il lavaggio abbigliamento da lavoro, ecco come fare:

Lavare i capi da lavoro separatamente 

Lavare i capi da lavoro separatamente dagli altri, anche quando non sono eccessivamente sporchi e non vi sono macchie. Si tratta di una precauzione da seguire, visto che gli abiti sono stati a contatto con persone, ambienti e situazioni estranee ed è preferibile che vengano lavati al di fuori del normale lavaggio di routine domestico.

Pretrattare con prodotti professionali

La fase di pretrattamento è fondamentale per eliminare macchie e unto, nel caso siano presenti. Utilizzare uno smacchiatore professionale e lasciare in ammollo per qualche ora, prima del lavaggio. Evitare di prolungare l’ammollo in modo eccessivo e aver cura di scegliere un detersivo non aggressivo, privo di componenti chimici, che potrebbe scolorire o danneggiare irrimediabilmente i tessuti.

Se trattati con i dovuti accorgimenti e con i prodotti giusti, la pulizia indumenti da lavoro può essere effettuata, seguendo la procedura prima indicata, senza fatica e con poche mosse. Qualsiasi divisa da lavoro rimane perfetta e dura anche a lungo.

Come pulire le tute da lavoro

Come lavare indumenti da lavoro particolari, come ad esempio le tute? Le più difficili da lavare sono quelle che vengono usate in aziende in cui si entra spesso a contatto con materiali che lasciano unto e grasso, e togliere le macchie a volte è un vero problema.

Tuttavia, anche in questo caso, la procedura lavaggio indumenti da lavoro, come le tute, è pressappoco identica alla precedente: infatti, bisogna pretrattare la macchia e lasciare in ammollo. Esistono però anche additivi, che possono essere aggiunti al detergente professionale, che sono studiati appositamente per togliere rapidamente macchie e unto.

Inoltre, se l'indumento da dover pulire è un capo bianco, è possibile utilizzare degli sbiancanti professionali, che eliminano ogni tipo di sporco e fanno tornare i capi brillanti e nel bianco originale.

La scelta del detersivo, come abbiamo visto, è fondamentale per assicurare lunga durata dei capi da lavoro. Infine, se i capi sono provvisti di un ricamo o di una serigrafia, basta trattare la parte macchiata con un prodotto adatto e lavare poi il capo con un prodotto idoneo, come indicato nelle etichette di lavaggio.

Consigli utili per lavare l'abbigliamento da lavoro

Oltre alle regole da seguire già precedentemente menzionate, come quelle di utilizzare sempre detersivi professionali e ricorrere alla fase di pretrattamento con ammollo, ecco alcuni consigli per lavare abiti da lavoro a casa e ottenere risultati eccellenti, come quelli delle lavanderie specializzate:

  • Evitare di mettere nello stesso carico di lavatrice abiti da lavoro di varie attività, come ad esempio l'abbigliamento per ristorazione con l'abbigliemento per centri benessere
  • Accertarsi che i detersivi scelti siano efficaci sui tessuti e che siano adatti a togliere macchie e sporco. È inoltre possibile usare l’ammorbidente, per rendere gli indumenti mobidi e confortevoli.
  • Oltre al lavaggio, i capi da lavoro devono anche essere igienizzati con detersivi adeguati.

Grazie a questi semplici consigli sul lavaggio abiti da lavoro, potete eseguire a casa le varie operazioni e ottenere risultati sorprendenti.

Vai all'articolo precedente:Guanti in neoprene: a cosa servono e che caratteristiche hanno
Vai all'articolo successivo:Come pulire i guanti da lavoro senza rovinarli: consigli in base al materiale
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image